Incontri e racconti

PRESENTAZIONE DI LIBRI E REPORTAGES DI VIAGGIO, CON LA TESTIMONIANZA DI VIAGGIATORI STRAORDINARI

Area Viaggi, Incontri e Racconti - Pad. 3

a cura della LIBRERIA DIARI DI BORDO Parma

Presentazione de L'argentino di Ivano Porpora, Marsilio editori

Presentazione del nuovo romanzo di Ivano Porpora, L'argentino, edito da Marsilio. Restano impressi nella mente del lettore i personaggi di questo epico e struggente romanzo, dal respiro dostoevskiano, di Ivano Porpora. I ragazzini, i commercianti, gli ubriaconi. L’anno è il 1958, il luogo è un paesino della Spagna franchista popolato da contadini, artigiani, famiglie che dominano su tutte le altre. E l’evento è l’Evento: la Luce che torna, e non viene riconosciuta da nessuno se non dall’Oscurità. Nessuno sa di preciso chi sia, lo straniero male in arnese che tutti chiamano l’Argentino; ma il capo di una banda di ragazzini, Rosario, non ha esitazioni: quell’uomo altri non è che Gesù, tornato in terra per attraversare il male e farsi, di nuovo, carico del peccato del mondo. Rosario può riconoscerlo perché lui è, appunto, il male, il diavolo. E l’Argentino lo riconosce a sua volta, e il paese si trasforma quindi in un campo di battaglia. Come già avveniva in Nudi come siamo stati, nei suoi microcosmi – sempre piccoli paesi, quasi villaggi – Ivano Porpora crea un mondo nel quale ogni gesto, ogni parola si riduce a una questione di perdizione o salvezza, affrontando di petto il tema eterno e meraviglioso della lotta tra la Vita e la Morte.

Ivano Porpora – (Viadana, 1976). Ha pubblicato i romanzi La conservazione metodica del dolore (Einaudi 2012) e Nudi come siamo stati (Marsilio 2017). Tiene corsi di scrittura e collabora con studi di psicoterapia, per i quali conduce percorsi basati sulla narrazione. È presidente dell’associazione culturale La Nottola di Minerva.

Presentazione Il bracconiere, di Valentina Musmeci, con Virna Pierobon

Presentazione Il bracconiere, di Valentina Musmeci, con Virna Pierobon
Incontro con l'autrice del romanzo Il bracconiere, ed. Grafica, Valentina Musmeci, con la giornalista Virna Pierobon.
La narrazione punta il dito contro il desiderio di possesso e di conquista che lentamente distrugge le relazioni. Bruno, Pia e Diamante sono i protagonisti del romanzo, il lettore li accompagna alla ricerca di una dimensione esistenziale adulta. Dentro le loro storie si delinea la situazione di una Italia che ancora arranca nel buio dell'assenza di pari opportunità. Bruno è un montanaro, scala le montagne e racconta avventure attraverso la sua macchina fotografica. L'impronta di una visione colonialista della vita, oltre che della montagna, si esplicita nei suoi racconti impersonali di tipo predatorio. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli emozionali per sentirsi vivo, si incammina verso la maturità sena voler rinunciare ai picchi emotivi dell'adolescenza. L storia di Pia porta il lettore alla fine degli anni 60, in una Trento che vive la trasformazione sociale e culturale sessantotina. Riesce a prendere in mano la propria vita grazie all'esperizna di un viaggio spirituale.

Valentina Musmeci -  vive a Trento. Ha viaggiato in Europa, Libia, Egitto, Sudan, Yemen, Oman, Qatar, Cipro, India, Malesia, Birmania, Laos, Thailandia, Cina, Stati Uniti, Sud America, Isole di Martinica, Guadalupe, Mauritius, Riunione. Ha scritto e fotografato per la Rivista del Trekking, L'Adige e siti di viaggio. Collabora con APT Trentine, Centri di ricerca e Associazioni. Conduce da anni ricerche sull'attività didattica per bambini in ambito artistico e naturalistico. Si occupa di volontariato e clownterapia.

Il viaggio del sé - Reading poetico musicale a cura del gruppo musicale Lettera 22

La parola, sulle braccia della musica, cerca uno spiraglio per venire alla luce nel lago della grande confusione deviante. Il lusso cui la musica deve ambire è il silenzio. Il gruppo musicale, composto da Elisa Borchini Voce, Francesco Ficarra Chitarra Tastiera, Tiziano Raffin Basso, porta avanti ormai da anni incontri con il pubblico, con un repertorio pop rock dove la letteratura diventa sottile filo conduttore per dare forma al percorso del sé, un viaggio tra parole e musica, sulla base dell'assunto fondamentale che contraddistigue la produzione di Lettera 22 e che caratterizza ogni scambio con chi ascolta: “Costruiamo ponti, non muri”.

Elisa Borchini - cantautrice, laureata in Filosofia ha conseguito una specializzazione in Pedagogia affiancando alla pratica della meditazione, il training, la danza moderna, la tecnica release e contact; il teatro terapia; il canto come ricerca ricerca vocale e la lettura ad alta voce. Il suono vocale inoltre può portare a un coinvolgimento globale della persona; può diventare uno strumento di scoperta delle potenzialità della propria voce; e strumento di conoscenza di nuove modalità di relazione con se stesso e con gli altri. La voce diviene così una necessità per sentirsi completi, in modo che ogni singola parte del corpo, anche la più piccola, risulti parte integrante di un processo creativo.

Presentazione Guida sentimentale per camperisti, Erica Barbiani, Einaudi

L'autrice Erica Barbiani presenta il suo nuovo romanzo, appena uscito per Einaudi nella collana Stile libero Big, Guida sentimentale per camperisti. A chi può venire in mente di iscriversi a un viaggio organizzato in camper per trascorrere il capodanno nei Balcani? Una vacanza folle che si trasforma in una missione comica e romantica da portare a termine.
C'è una voce insolita e stravagante dietro questo romanzo dove, a ben vedere, ci ritroviamo a sorridere senza pietà di noi stessi. Giuliano è stato abbandonato dalla moglie perché «lui e la noia sono una cosa sola». Per movimentare la propria esistenza, e quella dei suoi due figli troppo perfetti, si unisce a un gruppo di camperisti. Nella carovana c'è di tutto: vecchi pulmini Volkswagen, mezzi sovietici simili a carrarmati, roulotte con pizzi e merletti, e infine il Girolamo, un lussuoso prototipo albanese che Tito e Agnese, gli anziani e comunistissimi proprietari, dichiarano di avere vinto a una strana lotteria. Una scoperta inattesa nel freezer del veicolo trascina la comitiva in un'avventura piena di imprevisti e continui fuori rotta, di litigi e amori piú o meno consumati. Un'esperienza tenera e adrenalinica che, forse, legherà i suoi protagonisti per la vita.

Erica Barbiani - È nata nel 1978. Con Videomante, casa di produzione di cui è socia fondatrice, realizza documentari d’autore per le poltrone dei cinema e per quelle di casa. Ha un dottorato n Sociologia, vive in Friuli. Del 2015 è il suo primo romanzo Salone per signora (Elliot), del 2018 Guida sentimentale per camperisti (Einaudi).

Presentazione del nuovo libro del cantautore Rocco Rosignoli Professione confusa

Il cantautore Rocco Rosignoli presenta il suo nuovo libro di poesie Professione Confusa, Il Foglio. Una silloge rapsodica, musicale, filastrocchevole eppure colta, che sorprende e commuove a ogni sua pagina. Alternando ironia, dramma, cinismo e pietas, Rocco Rosignoli inanella forme poetiche libere e ingabbiate come i movimenti di un'unica sinfonia orchestrale: poliritmia, registri stilistici, argomenti e punti di vista si snodano lungo una trama dettata dall'emozione.

Rocco Rosignoli – (Parma, 1982) cantautore, chitarrista e polistrumentista. Suona il bouzouki, il mandolino, il violino, l’oud arabo, si diletta con la concertina e la fisarmonica. Ha ricevuto il Premio della Critica al 24° Concorso Nazionale per Cantastorie Giovanna Daffini nel 2018 e nel 2017 il Premio della Giuria nel medesimo concorso. È stato vincitore del premio della critica “Musici e poeti” di Radio Città Fujiko nel 2014. Nel 2008 è stato finalista ai concorsi nazionali MusicaControCorrente e Botteghe d’Autore.

Presentazione di Prima che te lo dicano altri, Marino Magliani, Chiarelettere

Prima di essere un cacciatore e bracconiere, e agricoltore solitario con la passione dell’innesto, Leo Vialetti è stato un bambino della Val Prino nell’Italia del boom che qui non è mai arrivato, una Liguria di frontiera che vede il mare per sbaglio e in cui crescere senza padre significa diventare grandi troppo presto. In un’estate decisiva come tutte quelle che fanno da preludio all’adolescenza, l’unico adulto che sembra volersi prendere cura di lui è uno straniero, un argentino, Raul Porti, che gli dà ripetizioni scolastiche e gli insegna ad amare e rendere fertile la terra, prima di sparire improvvisamente. Quando Leo deciderà di comprare all’asta la vecchia villa di Raul Porti, ciò che scoprirà lo costringerà a perdere un mezzo amore appena sbocciato e partire alla cieca per l’Argentina, per capire dove e come sia finito l’uomo più importante della sua vita, proprio nei giorni più terribili del Novecento sudamericano, quelli dei desaparecidos. Grazie a una lingua lirica, affilata e precisa, Magliani costruisce una storia durissima di formazione, che non fa sconti alla nostra storia recente e che ci racconta di un affetto che travalica sentenze e confini spaziotemporali per restituirci l’avventura epica per eccellenza, la ricerca delle proprie radici.

Marino Magliani - (Dolcedo, Imperia 1960) vive sulla costa olandese. Tra le sue prime opere, il romanzo storico “L’estate dopo Marengo” (Philobiblon 2003), “Quattro giorni per non morire” (Sironi 2006), “Il collezionista di tempo” (Sironi 2007). Per l’editore Longanesi ha pubblicato “Quella notte a Dolcedo” (2008) e “La tana degli alberibelli” (2009, premio Frontiere-Biamonti, Pagine sulla Liguria); in seguito, “Soggiorno a Zeewijk” (Amos editore 2014) e “L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi” (Exorma 2017). Alcune sue opere sono state tradotte in altre lingue.

Presentazione del nuovo libro di Roberto Camurri, A misura d'uomo, NNE

Divenuto ben presto un caso editoriale, A misura d'uomo ha reso Roberto Camurri uno degli autori di punta del panorama letterario italiano contemporaneo. Fabbrico è un piccolo paese sulla mappa dell’Emilia, poche anime, due strade, i campi intorno, il cielo d’ovatta. È qui che nasce l’amicizia tra Davide e Valerio, ed è qui che una sera d’estate Davide incontra Anela e se ne innamora. Anela diventa il perno e lo scoglio su cui si infrange la loro amicizia. Così Valerio a un certo punto sceglie di andarsene, Davide si perde e perde quell’unica, preziosa occasione di felicità. A Fabbrico vivono anche gli altri personaggi di questa storia: Elena e Mario, Maddalena, Luigi, Giuseppe e la vecchia Bice, che al bar accoglie tutti per un caffè o una sambuca. Con una lingua ipnotica e pennellate rapide e materiche, A misura d’uomo di Roberto Camurri è un romanzo in racconti: storie di amore e di amicizia, di fiducia e di tradimento, di vita e di morte dove tutti i personaggi lottano per liberarsi da un inspiegabile senso di colpa trovando infine, nella propria terra, la risposta per dare sostanza e forma alla memoria e al tempo.

Roberto Camurri - è nato nel 1982, undici giorni dopo la finale dei Mondiali a Madrid. Vive a Parma ma è di Fabbrico, un paese triste e magnifico di cui è innamorato forse perché è riuscito a scappare. È sposato con Francesca e hanno una figlia. Lavora con i matti e crede ci sia un motivo, ma non vuole sapere quale. Scrive da pochi anni, anche se avrebbe voluto scrivere da sempre. A misura d’uomo è il suo primo romanzo.

Presentazione de L'amore prima della fine del mondo, di Jacopo Masini, Epika edizioni

Presentazione de L'amore prima della fine del mondo, di Jacopo Masini, Epika edizioni
"L'amore prima della fine del mondo" è un romanzo di formazione. Racconta la storia di Vanni, un uomo di 27 anni che vive a Parma, fa l'educatore in una cooperativa sociale e si occupa di due matti: Gusta e Nico. Vanni vuole andarsene, vuole lasciare Alice, la ragazza con cui sta, e vuole - senza saperlo - distruggere tutte le cose a cui è legato: la sua città, il suo lavoro, il barlume di amore che prova e il suo passato. La storia si svolge nell'arco di un'estate destinata a cambiare per sempre la sua vita e quella di moltissime altre persone. Un'estate in cui la follia, il desiderio, i ricordi, il sesso, i rimpianti e la forma delle cose si mescolano fino a esplodere. E a lasciare sul terreno pesanti macerie. "L'amore prima della fine del mondo" è un romanzo in cui, sotto la veste leggera dell'ironia, si apre lentamente la lunga e inesorabile crepa della tragedia.

Jacopo Masini – (Parma, 1974) è redattore e responsabile della comunicazione di saldaPress, la casa editrice che pubblica in Italia “The Walking Dead” e “Outcast”. Ha collaborato a lungo con la Scuola Holden di Torino e da oltre dieci anni tiene corsi di scrittura creativa. È autore di due romanzi, di due raccolte di racconti, di testi teatrali e di racconti pubblicati in antologie da Transeuropa, Feltrinelli, Fandango ed Epika Edizioni.


Seguici su